Call center mi chiama per upgrade a Super Digital TIM

Oggi ti racconterò una vicenda molto ricreativa. Lo scopo di questo articolo è evitare che ti venga propinato qualcosa che non vuoi.

Poco più di un’oretta fa, mi contatta in ufficio una donna da un numero anonimo (call center). Lei si presenta con un nome ed un cognome.

Mi informa che è previsto un passaggio obbligatorio dal mio attuale piano telecom per l’adsl alla fibra super digital e mi chiede di confermarle i miei dati personali.

Nella mia mente a questo punto iniziano a balenare le seguenti domande:

  • Perché questa persona si è presentata con nome e cognome se normalmente al 191 non ti dicono il loro cognome (giustamente)?
  • Perché devo cambiare per forza?

Le rispondo molto tranquillamente che la cosa non mi interessa, Lei molto gentilmente accetta la mia decisione, mi saluta e riattacca.

Dopo una mezz’oretta mi chiama un uomo che mi propone la stessa cosa. Si presenta con un nome ed un cognome e Io lo informo che oggi è la seconda volta che ricevo una telefonata da loro.

Lui quindi mi fa presente che ho ricevuto questa telefonata perché non ho accettato la modifica del contratto. Gli confermo che non intendo procedere alla modifica del contratto.

A questo punto lui mi dice che la modifica è obbligatoria perché tutti devono passare alla fibra. Gli dico che ho un contratto vincolante e che mi è stato già messo in fattura il router, quindi non posso cambiare piano o operatore.

Lui mi dice che non hanno intenzione di cambiare router e che faranno la modifica solo in centralina. Mi assicura che loro sono la telecom e che sanno quello che fanno.

Mi chiede perchè non voglio modificare il contratto. Semplicemente gli rispondo che ho stabilito così.

Non accetta questa risposta ed insiste.

A questo punto nella mia mente balenano le seguenti domande:

  • Perché a questa gente gli servono i miei dati personali?
  • Perché non ho ricevuto alcuna comunicazione scritta dalla telecom per modifica unilaterale del contratto?
  • Come fanno a NON sapere che io ho già la fibra?
  • Perché mi chiamano da un numero anonimo?

Gli rispondo che lo ringrazio per l’informazione e che provvederò a contattare il 191 per farmi dare delle delucidazioni in merito a questa modifica “unilaterale” del contratto.

Lui si mette a ridere e mi informa che “loro sono il 191” e che quando chiamerò mi risponderanno loro. Lo saluto e riattacco.

Mi prendo un po di tempo per chiamare il 191 e mi risponde un’operatrice molto gentile che mi chiarifica la situazione:

  1. Loro non mi hanno chiamato mai;
  2. Io non sono obbligato a fare niente;
  3. Qualora si verifichi la “rarissima” necessità di una modifica unilaterale. Nessuno chiamerà. Il protocollo impone che mi venga mandata una lettera contenente tutti i dettagli della modifica unilaterale.

Insieme quindi abbiamo formulato l’ipotesi che si trattasse di un call center che vuole sfruttare la recente diffusione della fibra per aggiudicarsi le commissioni relative alla messa in porto di qualche contratto in più.

L’operatrice quindi mi ha consigliato di dire ai prossimi che mi chiameranno con le medesime intenzioni, che ho già parlato con il 191.

Ringraziando l’operatrice riaggancio la cornetta e mi soffermo a riflettere su una cosa.

Lo so che vi aspettate di leggere che i call center sono una piaga e cose del genere.

Non in questo articolo. Le persone che lavorano nei call center potrebbero essere i nostri amici o parenti. Tutte le persone che lavorano meritano rispetto nella misura in cui operano con criterio e rispetto verso gli altri.

Rispondi