Gatto delle foreste Norvegesi

L’origine del maestoso gatto delle foreste norvegesi va ricercata addirittura fra i Vichinghi, dai quali veniva considerato sacro. Lo tenevano in casa o addirittura lo portavano sopra le loro  navi perché eccellente cacciatore di topi. Ci sono molte leggende dove possiamo trovare questa particolare razza di gatti. Si dice infatti che il Dio Thor ne sollevò un grosso esemplare per dimostrare la sua forza e la Dea della fertilità Freia, andava in giro per il mondo in cerca dell’amore su un carro trainato da  questi muscolosi gatti. E’ un animale molto apprezzato per essere maestoso ed elegante e per la sua indole molto socievole. E’ un grande cacciatore e non teme freddo, neve  e fango. Il Norvegese emana un’impressione di forza , tranquillità ed equilibrio.

Carattere

Nonostante le sue dimensioni è un animale calmo e pacifico e nonostante il suo aspetto appaia fiero e selvatico, sa essere molto fedele al suo padrone. E’ inoltre una razza molto socievole con i propri simili e persino con i cani e altri piccoli animali. E’ un gatto intelligente,  affettuoso e giocherellone. Riesce senza sforzo ad aprire porte e a volte anche frigoriferi, va d’accordo con i bambini e non ama rimanere spesso da solo, ha bisogno di  attenzioni e di sessioni di gioco giornaliere. Non tira mai fuori le unghie, nè morde se non  per gioco e molto delicatamente. Non è fatto per la sola vita di appartamento, ha bisogno di arrampicarsi, di correre e di muoversi, quindi un giardino messo in sicurezza da cui non può uscire è il suo habitat naturale per i suoi momenti di svago, ma ama molto anche la comoda e calda vita di casa. A differenza degli altri felini ama l’acqua, una bacinella può farlo divertire da solo e si incanta a vedere un filo  di acqua che esce dal rubinetto. Ha una voce melodiosa e dolce e sà modularla molto bene fino a far capire le sue richieste, sia di gioco, di cibo o di coccole. Nel nord europa, dove è più conosciuto, è chiamato anche gatto-cane, per la sua somiglianza caratteriale con il cane. Se abituato fin da piccolo si può portare tranquillamente al guinzaglio. E’ un pò timido con gli estranei ma molto portato a fare facilmente amicizia.

Aspetto e cure

Il gatto delle foreste norvegesi è uno dei più grandi felini domestici, insieme al Maine Coon. Il suo peso può arrivare anche a 8- 9 chilogrammi mentre la femmina intorno ai 5.5 chilogrammi.  E’ lungo, di costituzione robusta con le zampe posteriori più alte di quelle anteriori. Le dita sono ampie e palmate per facilitare gli spostamenti sulla neve. Lunghi ciuffi di pelo arricchiscono il margine esterno del muso, fino a scendere sotto le guance formando sul petto un folto collare simile ad una grande barba detta gorgiera. Per questo sembra che abbia una criniera molto folta. Può essere bicolore, tricolore, uniforme. Infatti per questa razza non esistono mantelli non permessi nelle colorazioni. Le orecchie sono grandi e appuntite e con all’interno folti ciuffi di peluria. Il suo pelo è idrorepellente, anche per questo è un gatto che ama particolarmente l’acqua. Perde pochissimo pelo e per curarlo basta spazzolarlo un paio di volte a settimana. E’ una razza naturale quindi molto robusta e sana, ma la selezione della razza degli allevatori deve essere molto scrupolosa in quanto possono sviluppare patologie ereditarie. La sua dieta non è molto rigorosa, non è un gatto che tende a mangiare troppo e gli và bene sia l’umido che le crocchette, sia il pesce che la carne. L’unica cosa da non dargli  è il riso, in quanto può scatenare reazioni allergiche anche forti. Questa razza ha aspettative di vita molto lunghe, che vanno dai 14 ai 16 anni e anche di più.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: