La giornata inizia malissimo

Oggi la giornata inizia malissimo. Ho ricevuto una chiamata di prima mattina che non mi fa ben sperare per il futuro. Staremo a vedere che cosa succede. Si tratta di questioni lavorative che non posso condividere in un blog ovviamente. Ad ogni modo, qui posso tenere traccia della sfiga manifesta!

Lo so che non dovrei lamentarmi suppongo, perchè c’è gente a cui va peggio. Ma c’è anche gente a cui va meglio e non ho mai capito perchè debba andare per forza storto qualcosa in cui io metto il mio impegno. Forza e coraggio, prendiamoci un antiacido (fino a quando ce lo possiamo permettere) ed andiamo avanti, non abbiamo scelta.

Fra le altre cose, mi sono alzato con un dolore di schiena allucinante. Mi accompagna ormai da mesi, ho fatto una marea di esami clinici a pagamento (perché le liste di attesa per il servizio sanitario nazionale a causa del covid19 sono peggiorate), ed ancora mi fa malissimo. Ieri stavo un po meglio ma poi ho fatto la spesa, credo che abbia inciso abbastanza.

Gli anti infiammatori non FANS non li posso prendere perchè sono asmatico e quelli FANS mi fanno malissimo e non ho comunque reazioni apprezzabili. Dicono che devo dimagrire, lo penso anche io. Più facile a dirsi che a farsi se continuano ad imbottirmi di cortisone e se non posso fare sport.

Non ho ancora raggiunto i quarant’anni e sono di già un rottame! Qualcuno ha già detto che me lo merito perchè dovevo pensarci prima a dimagrire. Forse hanno ragione, non lo so, mi sembra veramente un discorso così stupido, voi che ne dite?

Mi è appena venuto in mente che probabilmente, questo articolo non lo leggerà nessuno e quindi quando mi rivolgo a Voi, è come se fossi su un’isola deserta a parlare da solo come in quel film con Tom Hanks. Mi sfugge il nome per il momento.

Devo dire che non mi dispiace scrivere la mattina appena sveglio, di solito i diari si compilano a fine giornata così da poter fare una specie di bilancio ma mi sono reso conto che forse sarebbe meglio scrivere del giorno prima per avere la mente più fresca. Che ne pensate?

Fra l’altro non è che io abbia una platea tale da subire la pressione per un eventuale mancato articolo del diario. Ho riflettuto anche sul fatto che sarebbe una buona idea quella di utilizzare le date nel titolo, che comunque rimangono presenti e visibili nei dettagli, perchè so di essere una persona incostante e so che lentamente, la frequenza di questi aggiornamenti calerà.

Credo comunque che la mia incostanza non sia solo figlia della mia famigerata pigrizia ma attinga le sue radici ad un rifiuto delle abitudini che mi impegna in un gran numero di attività quotidiane. Non ultime fra queste c’è il lavoro ovviamente. Ho la fortuna di avere una persona che mi aiuta e mi ispira anche se non può rimanere con me tutto il giorno e tutti i giorni.

Per oggi è tutto e ci vediamo alla prossima puntata amici, se Dio vuole.


13 commenti su “La giornata inizia malissimo”

  1. Scrivi quando ti pare, quando ne senti il desiderio e l’esigenza.
    Il film si chiama Cast away ?
    Non ti concentrare sulla sfiga, perché altrimenti resterai vittima della ‘profezia che si autoadempie’… vedrai che domani andrà meglio! ?

    Rispondi
    • Il passaggio da sovrappeso ad anoressia mi sa di qualcosa di psicologico ma non me ne intendo e non voglio essere irrispettoso facendomi gli affari tuoi. Grazie per il tuo commento, ho apprezzato molto e mi rendo conto che ce ne sono tanti che sono sulla stessa barca.

      Rispondi
  2. Ti comprendo perfettamente, ma sappi che non sei solo. Conosco i discorsi di medici, parenti e conoscenti che ti dicono “Peggio per te, te lo meriti” senza poter conoscere l’abisso che si nasconde dietro un problema di peso, (non per niente il sovrappeso e l’obesità sono delle malattie ma molti faticano a comprenderlo) Io penso che sentirsi compresi nella propria condizione sia una parte importante del processo di cambiamento. Certo, può essere soggettivi, ma è meglio cambiare quando ci si sente già amati e accettati piuttosto che cambiare per esserlo.
    Sapere che qualcuno ha provato o prova lo stesso ci fa sentire cullati proprio quando le nostre giornate sono più storte.
    Ad esempio, ieri la mia giornata è stata stressante, lunga e male organizzata, di conseguenza la mia volontà ha vacillato, il mio percorso ha subito uno sbandamento e quando ho visto il tuo commento al mio post mi sono dispiaciuta, non tanto per aver steccato sui miei propositi alimentari, ma per non essere stata di esempio per gli altrie forse, se avessi aperto il blog prima del frigorifero, sarei stata più forte.

    Rispondi

Rispondi