La razza canina bassotto

La storia del bassotto è antichissima, addirittura in un’antica grotta neolitica sono stati ritrovati resti di ossa presumibilmente di cani molto piccoli e particolarmente bassi. Alcuni ritengono che i primi bassotti furono egiziani dato che ritrovamenti archeologici hanno portato alla luce dipindi risalenti al 2300 a.C. che ritraggono un cane a gamba corta con corpo allungato, ma con orecchie dritte.

Gli antenati del bassotto potrebbero essere comparsi durante il medioevo proprio in Germania, periodo in cui vennero apprezzati per le loro qualità di cani da caccia, specialmente da tana.  Si diffusero poi anche in Inghilterra a causa dell’unione tra il principe Alberto di Sassonia e la regina Vittoria; il principe infatti portò in Inghilterra alcuni bassotti di cui la regina Vittoria si innamorò.  Il suo amore incondizionato ne garantì la diffusione nel resto del regno.

Per quanto riguarda la storia moderna sembra che l’attuale  bassotto derivi dal dachsbracke, un cane a pelo corto e gamba corta diffuso fin dal medioevo in Renania, Sassonia, Westfalia, Svizzera e Tirolo. Recentemente  troviamo i primi veri allevamenti in Baviera.  Da allora il bassotto è diventato un vero e proprio simbolo della Germania, tanto che è stato adottato come mascotte ufficiale dei giochi olimpoci del 1972, svoltisi a Monaco di Baviera.

La prima varietà di bassotti conosciuta nella storia è quella a pelo raso, mentre la varietà a pelo lungo e pelo duro o forte nascono dall’incrocio della varietà a pelo raso con altre razze.


La razza considerata recente, (XVIII e XIX secolo) ha tra i suoi antenati il bassett tedesco e il pinscher. La versione del bassotto a pelo raso è più anziana, mentre quello lungo è stato creato nel XVI secolo attraverso incroci con spaniel. Infine, il pelo duro, creato verso la fine del XIX secolo, è il frutto di un incrocio tra lo schnauzer, il dandie dinmont terrier e probabilmente lo scottish terrier.

Il bassotto viene allevato, da decenni, in tre diverse taglie (normale, nano e kaninchen) e in tre diversi tipi di pelo (corto, duro e lungo).

Alla base del nanismo del bassotto c’è  una malformazione  patologica, probabilmente la condrodistrofia, malattia che inibisce lo sviluppo delle ossa lunghe impedendo la proliferazione della cartilagine in accrescimento, e questo probabilmente  è l’origine di questa razza, a differenza di ciò che è avvenuto per tutte le altre, dove è stata la selezione umana a introdurre modifiche sostanziali.

Carattere della razza canina bassotto

Il bassotto è un cane di grande compagnia, ormai sempre più viene allevato come cane da appartamento e da famiglia. Molto attaccato al proprietario e sempre attento a tutte le attività familiari.

Non è molto adatto come primo cane perchè il suo addestramento non è dei più facili. E’ si un cane docile, ma testardo, affettuoso ma amante della sua autonomia e la sua indole di cacciatore potrebbe portarlo ad allontanarsi, per cui è bene educarlo fin da cucciolo. Educarlo sia all’obbedienza che alla socializzazione.  Sia il maschio che la femmina hanno una forte tendenza ad essere dominanti e molto portati alla protezione di ciò che considerano il loro territorio. Per cui una buona educazione fino dai primi mesi è molto importante perchè non ci siano problemi con gli estranei, come vicini di casa od amici.  E sempre una socializzazione precoce fà si che non si intrattenga in risse con gli altri cani, anche se molto più grandi di lui. Neanche con i bambini và molto d’accordo. Bassotti ben addestrati e bambini ben educati di solito vanno bene.  Altrimenti, potrebbero essere aggressivi e mordere un bambino sconosciuto, specialmente uno che si muove rapidamente intorno a loro o lo stuzzica.

.Essendo un cacciatore, il bassotto è particolarmente energico e portato al movimento, perciò il padrone dovrà prestare particolare attenzione all’attività fisica. Non è un cane pigro e dedito al relax, è sempre in movimento e adora stare all’aria aperta. Questa razza è molto rumorosa e il suo abbaiare va tenuto in considerazione per i buoni rapporti con il vicinato.

Se ha una vita troppo solitaria può arrivare a sviluppare comportamenti errati. Non è un cane adatto a rimanere solo per molto tempo, potrebbe combinare disastri in casa o in giardino.

Aspetto della razza canina bassotto

Il bassotto è un cane basso, dagli arti molto corti e allungato. La sua figura è compatta, ha un portamento fiero della testa ed è molto muscoloso. Non esiste la distinzione dei bassotti in base al peso, ma si tiene conto della misura della circonferenza toracica e si hanno 3 taglie: taglia normale con una circonferenza toracica superiore ai 35 centimetri e un peso massimo di chilogrammi 9. Il bassotto nano con la circonferenza toracica fra 30 e 35 centimetri  e il peso inferiore ai 7 chilogrammi.  Il bassotto kaninchen che ha una circonferenza fino a 30 centimetri  e un peso intorno ai  4 chilogrammi.

Il cranio è piuttosto piatto, con uno stop leggerissimo. La testa è affusolata ed è addolcita da occhi scuri ovali molto espressivi. Le orecchie con attaccatura bassa sono pendenti e ricadono all’altezza della scapola. La coda è attaccata alta a forma di virgola.

Il mantello del bassotto ha 3 tipi di pelo: a pelo corto, a pelo lungo e a pelo duro. A pelo corto è liscio, lucente e di colore  è fulvo, fulvo-giallo o giallo nei soggetti ad un colore solo. Può essere anche arlecchino. A pelo lungo, è nero focato, mogano o anche arlecchino, ed ha anche un sottopelo piuttosto folto.  A pelo duro, biondo grano, cioccolato, nero focato e il pelo è molto fitto e duro al tatto.

Le razze più diffuse sono quelle a  pelo corto e a pelo duro, quest’ultima è molto usata nella caccia, sia in tana che per la lepre e per il cinghiale.

Cura e salute della razza canina bassotto

Il bassotto generalmente gode di buona salute ed ha un’aspettativa di vita di circa 15 anni. Può soffrire dei displasia della rotula e ernia discale.  Infatti è bene evitargli troppi salti dal letto o dal divano per evitargli traumi alla spina dorsale. Essendo basso teme l’umidità del suolo e tende  a soffrire il freddo per cui non deve essere lasciato fuori in inverno e quando fà brutto tempo.


Il bassotto potrebbe ingrassare se la sua dieta non è compensata rispetto all’esercizio fisico, che deve essere giornaliero.

Per quanto riguarda la cura del mantello, non è complicata, solo per la varietà a pelo lungo è necessario pettinare il pelo regolarmente, mentre per gli altri tipi è consigliabile farli tosare due volte l’anno da un professionista. La perdita di pelo è moderata ma permanente.


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi