La razza canina Cane da Orso della Carelia

La razza canina Cane da Orso della Carelia è una razza molto antica. E’ sempre stato impegnato in battute di caccia nelle zone del lago Pagoda, di Olonets e della Carelia russa.  Arrivò dagli Urali al seguito di popolazioni Komi, Zyrian e Olones intorno al 900 d.C.  che portarono  con se i propri cani, i Komi appunto, che sono gli antenati del  Cane da Orso della Carelia, e che a loro volta erano diretti discendenti del lupo artico.

Questa razza si diffuse molto in fretta in Finlandia e veniva adoperata per tutti i tipi di caccia:  selvaggina, uccelli acquatici, alci,  linci, cervi e orsi. In Finlandia l’allevamento di questa razza inizio nel 1936, con l’obbiettivo di avere un cane che fosse specializzato nella caccia dell’orso e dell’alce.  Il cane da Orso della Carelia è un cane di tipo spitz primitivo, cioè di quei cani che indipendentemente dall’intervento dell’uomo non sono mai cambiati nel tempo e conservano ancora le caratteristiche originarie.

Durante la seconda Guerra Mondiale la razza rischiò l’estinzione con la distruzione quasi completa della popolazione canina, furono salvati sessanta esemplari che diedero vita alla rinascita del Cane da Orso della Carelia.  Questa razza comunque è conosciuta e diffusa soprattutto in Finlandia e quasi sconosciuta nel resto del mondo.

Carattere del Cane da Orso della Carelia

Questa razza è molto fiera e indipendente m anche coraggioso, audace ed equilibrato. Non è assolutamente un cane da appartamento, ma deve avere un lavoro da svolgere, stare molto all’aperto e fare molto movimento. E’ quindi adatto particolarmente alla caccia, anche di grosse prede, ma è impiegato a volte anche a guardia di greggi e da guardia, dopo un buon periodo di addestramento per questo.


Ha un istinto di combattimento molto sviluppato, dato che è stato allevato per la caccia a grossi animali. E’ un cane energico, tenace e atletico, ha un olfatto molto sviluppato e deve lavorare molto su questo, per seguire piste e trovare animali. Quando ha trovato l’animale cerca di impegnarlo con coraggio e determinazione fino all’arrivo del cacciatore.

Questa razza non è assolutamente aggressiva con le persone, ma può esserlo con i suoi simili che generalmente non tollera specialmente se sono del suo stesso sesso. E’ considerato un cane socievole e adatto a stare con l’uomo, infatti è molto sensibile e intelligente e si affeziona moltissimo al padrone, soffre molto se costretto in piccoli spazi o se gli mancano le attenzioni del suo umano.

L’addestramento è fondamentale  nel Cane da Orso della Carelia,  per la socializzazione. Deve essere addestrato con coerenza e pazienza, non è un cane adatto a chi  è alle prime esperienze con i cani. Non tollera i gatti in quanto li vede come prede.

Una curiosità: in Russia viene adoperato per tenere lontani gli orsi senza doverli uccidere, quando si avvicinano troppo a villaggi o centri abitati. I cani abbaiano e inseguono l’orso, che essendo un animale molto intelligente capisce che non è il caso di tornare in quelle zone.


Aspetto della razza canina Cane da Orso della Carelia

Il Cane Orso della Carelia è un cane di medie dimensioni; l’altezza per i maschi è di circa 57 centimetri, per  le femmine di circa 52, il peso per i maschi può arrivare intorno ai 28 chilogrammi mentre la femmina intorno ai 20 chilogrammi.

Il corpo è vigoroso, atletico e robusto. Si sviluppa più in  lunghezza che in altezza, , il torace ampio e gli arti ben dritti e torniti, la coscia larga e lunga, con una buona muscolatura che gli regala l’andatura tipica ad ampie falcate.

La testa è triangolare e il cranio è largo, visto di fronte, il muso è alto e si assottiglia man mano che si avvicina al tartufo che è largo e nero. Gli occhi sono piuttosto piccoli ed ovali,  bruni in varie sfumature, lo sguardo è sempre vigile e attento. Le orecchie sono dritte e attaccate relativamente in alto,  di lunghezza media con le estremità leggermente arrotondate.  La coda è di lunghezza media, generalmente ricurva ad arco, preferibilmente completo.

Il mantello ha il pelo esterno liscio, dritto e più rado,  ed è più lungo sul collo, sul dorso e nella parte posteriore delle cosce, mentre il sottopelo è fitto e denso. Il colore del mantello è nero, ma possono esserci macchie bianche ben delimitate in testa, sul collo, sul petto, sull’addome e sugli arti.

Salute e cura della razza canina Cane da Orso della Carelia

Questa razza è estremamente rustica e robusta, ha una resistenza fuori dal comune e non si stanca mai. Non vengono segnalate particolari predisposizioni alla malattia, sono sufficienti le visite e i vaccini di routine.

Un’alimentazione tradizionale a base di verdure, carne cruda e carboidrati è consigliabile, ma deve fare moltissimo movimento.

Per quanto riguarda la cura del mantello,  bastano delle spazzolate regolari che permettano di mantenere in salute il suo pelo. Non ne perde molto.



E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi