Vulnerabilità: CVE-2018-1515


IBM DB2 per Linux, UNIX e Windows (include DB2 Connect Server) 10.5 e 11.1, in specifico o condizioni insolite, potrebbe consentire a un utente locale di traboccare un buffer, che può tradursi in un’escalation di privilegi al proprietario dell’istanza DB2. IBM X-Force ID: 141624.
http://www.ibm.com/support/docview.wss?uid=swg22016140
http://www.securitytracker.com/id/1040969
https://exchange.xforce.ibmcloud.com/vulnerabilities/141624
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2018-1515

E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi