Vulnerabilità: CVE-2018-17937


Versioni gpsd 2.90 a 3.17 e microjson versioni 1,0 a 1,3, un progetto open source, permettono un overflow stack-based buffer, che può consentire attaccanti remoti di eseguire codice arbitrario su piattaforme embedded tramite traffico sulla porta 2947 / TCP o artigianale ingressi JSON.
http://www.securityfocus.com/bid/107029
https://security.gentoo.org/glsa/202009-17
https://ics-cert.us-cert.gov/advisories/ICSA-18-310-01
https://lists.debian.org/debian-lts-announce/2019/03/msg00040.html
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2018-17937

E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi