Vulnerabilità: CVE-2018-19115


keepalived prima 2.0.7 ha un overflow del buffer di heap-based quando i codici di stato parsing di HTTP in DoS o, eventualmente, non specificato altro impatto, perché extract_status_code in lib / html.c ha alcuna validazione del codice di stato e invece scrive una quantità illimitata di dati mucchio.
https://security.gentoo.org/glsa/201903-01
https://bugzilla.suse.com/show_bug.cgi?id=1015141
https://github.com/acassen/keepalived/pull/961
https://github.com/acassen/keepalived/pull/961/commits/f28015671a4b04785859d1b4b1327b367b6a10e9
https://lists.debian.org/debian-lts-announce/2018/11/msg00034.html
https://access.redhat.com/errata/RHSA-2019:0022
https://access.redhat.com/errata/RHSA-2019:1792
https://access.redhat.com/errata/RHSA-2019:1945
https://usn.ubuntu.com/3995-1/
https://usn.ubuntu.com/3995-2/
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2018-19115

E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi