Vulnerabilità: CVE-2018-20148


In WordPress 4.9.9 prima 5.x prima 5.0.1, collaboratori potrebbero condurre PHP attacchi di iniezione oggetto tramite metadati messo in una chiamata wp.getMediaItem XMLRPC. Questo è causato da maltrattamento dei dati serializzati in phar: // URL nella funzione wp_get_attachment_thumb_file in wp-includes / post.php.
http://www.securityfocus.com/bid/106220
https://www.debian.org/security/2019/dsa-4401
https://blog.secarma.co.uk/labs/near-phar-dangerous-unserialization-wherever-you-are
https://codex.wordpress.org/Version_4.9.9
https://wordpress.org/news/2018/12/wordpress-5-0-1-security-release/
https://wordpress.org/support/wordpress-version/version-5-0-1/
https://wpvulndb.com/vulnerabilities/9171
https://www.zdnet.com/article/wordpress-plugs-bug-that-led-to-google-indexing-some-user-passwords/
https://www.zdnet.com/article/wordpress-vulnerability-affects-a-third-of-most-popular-websites-online/
https://lists.debian.org/debian-lts-announce/2019/02/msg00019.html
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2018-20148

E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi