Vulnerabilità: CVE-2019-11338

libavcodec / hevcdec.c in FFmpeg 3.4 e 4.1.2 strapazza rilevazione delle prime fette duplicati, che consente agli aggressori remoti di provocare una negazione del servizio (puntatore NULL dereference e out-of-array accesso) o eventualmente avere specificato altro impatto tramite predisposto HEVC dati.


http://www.securityfocus.com/bid/108034
https://seclists.org/bugtraq/2019/May/60
https://www.debian.org/security/2019/dsa-4449
https://github.com/FFmpeg/FFmpeg/commit/54655623a82632e7624714d7b2a3e039dc5faa7e
https://github.com/FFmpeg/FFmpeg/commit/9ccc633068c6fe76989f487c8932bd11886ad65b
https://lists.debian.org/debian-lts-announce/2019/05/msg00043.html
http://lists.opensuse.org/opensuse-security-announce/2020-01/msg00012.html
https://usn.ubuntu.com/3967-1/
https://usn.ubuntu.com/4431-1/
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2019-11338


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi