Vulnerabilità: CVE-2019-11931

Un buffer overflow stack-based potrebbe essere innescato in WhatsApp inviando un file MP4 appositamente predisposto a un utente WhatsApp. La questione era presente in analisi del flusso di metadati elementare di un file MP4 e potrebbe risultare in un DoS o RCE. Questo riguarda le versioni di Android precedenti alla 2.19.274, versioni iOS prima di 2.19.100, versioni Enterprise Client prima di 2.25.3, Affari per le versioni di Android precedenti alla 2.19.104 e Business per le versioni iOS prima di 2.19.100.


https://www.facebook.com/security/advisories/cve-2019-11931
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2019-11931


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi