Vulnerabilità: CVE-2019-13623

In NSA Ghidra prima di 9.1, il percorso di attraversamento può avvenire in RestoreTask.java (dal ghidra.app.plugin.core.archive pacchetto) tramite un archivio con un file eseguibile che ha un primo ../ nel suo nome. Questo consente agli aggressori di sovrascrivere file arbitrari in scenari in cui un risultato dell’analisi intermedia è archiviata, per condividere con altre persone. Per raggiungere esecuzione di codice arbitrario, un approccio è quello sovrascrivere alcuni moduli critici Ghidra, ad esempio, il modulo decompilare.


https://ghidra-sre.org/releaseNotes_9.1_final.html
http://blog.fxiao.me/ghidra/
http://packetstormsecurity.com/files/154015/Ghidra-Linux-9.0.4-Arbitrary-Code-Execution.html
https://github.com/NationalSecurityAgency/ghidra/issues/789
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2019-13623


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi