Vulnerabilità: CVE-2019-16058

Un problema è stato scoperto nel componente pam_p11 0.2.0 e 0.3.0 per OpenSC. Se una smart card crea una firma con una lunghezza superiore a 256 byte, ciò fa scattare un buffer overflow. Questo può essere il caso per le chiavi RSA con 4096 bit a seconda del regime di firma.


https://github.com/OpenSC/pam_p11/commit/d150b60e1e14c261b113f55681419ad1dfa8a76c
http://www.openwall.com/lists/oss-security/2019/09/12/1
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2019-16058


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi