Vulnerabilità: CVE-2019-16155

Una vulnerabilità escalation dei privilegi in FortiClient per Linux 6.2.1 e al di sotto può consentire a un utente con privilegi limitati ai file di sistema di sovrascrittura come root con contenuto arbitrario attraverso il file di backup del sistema tramite appositamente predisposti ""backupConfig"" le richieste dei client di tipo IPC al processo fctsched. Più ulteriormente più, FortiClient per Linux 6.2.2 e sotto permettono basso scrittura utente privilegi il file di backup del sistema sotto i privilegi di root tramite GUI quindi può causare sistema di root file di sovrascrittura.


https://fortiguard.com/psirt/FG-IR-19-238
https://danishcyberdefence.dk/blog/forticlient_linux
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2019-16155


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi