Vulnerabilità: CVE-2019-16215

Il parser Markdown server Zulip prima 2.0.5 usato un’espressione regolare vulnerabili a backtracking esponenziale. Un utente che ha effettuato l’accesso al server potrebbe inviare un messaggio artigianale che causa il server a spendere una quantità efficace arbitraria di tempo di CPU e di stallo l’elaborazione dei messaggi futuri.


https://blog.zulip.org/2019/09/11/zulip-server-2-0-5-security-release/
https://github.com/zulip/zulip/commit/5797f013b3be450c146a4141514bda525f2f1b51
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2019-16215


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi