Vulnerabilità: CVE-2020-11978

Un problema è stato trovato nelle versioni Apache Airflow 1.10.10 e al di sotto. Una vulnerabilità iniezione di codice / comando remoto è stato scoperto in uno degli esempi DAG forniti con flusso d’aria che consentirebbero qualsiasi utente autenticato per eseguire comandi arbitrari come l’utente che esegue flusso d’aria lavoratore / scheduler (seconda all’esecutore in uso). Se si dispone già di esempi disabilitato impostando load_examples = False nei config allora non sono vulnerabili.


https://lists.apache.org/thread.html/r7255cf0be3566f23a768e2a04b40fb09e52fcd1872695428ba9afe91%40%3Cusers.airflow.apache.org%3E
https://lists.apache.org/thread.html/r7255cf0be3566f23a768e2a04b40fb09e52fcd1872695428ba9afe91%40%3Cusers.airflow.apache.org%3E
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-11978


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi