Vulnerabilità: CVE-2020-13925

Simile a CVE-2020-1956, Kylin ha un’API più riposante che concatena gli ingressi API in comandi OS e poi li esegue sul server; mentre l’API riportata trova convalida dell’input necessario, che provoca gli hacker abbiano la possibilità di eseguire il comando operativo remoto. Gli utenti di tutte le versioni precedenti dopo 2.3 devono eseguire l’aggiornamento a 3.1.0.


https://lists.apache.org/thread.html/r250a867961cfd6e0506240a9c7eaee782d84c6ab0091c7c4bc45f3eb%40%3Cuser.kylin.apache.org%3E
https://lists.apache.org/thread.html/r250a867961cfd6e0506240a9c7eaee782d84c6ab0091c7c4bc45f3eb%40%3Cuser.kylin.apache.org%3E
https://lists.apache.org/thread.html/r021baf9d8d4ae41e8c8332c167c4fa96c91b5086563d9be55d2d7acf@%3Ccommits.kylin.apache.org%3E
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-13925


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi