Vulnerabilità: CVE-2020-15590

Una vulnerabilità in L’accesso privato a Internet (PIA) VPN Client per Linux 1.5 tramite 2.3+ consente agli aggressori remoti di by-pass di un meccanismo destinato VPN kill switch e leggere le informazioni sensibili tramite intercettare il traffico di rete. Da 1.5, PIA ha sostenuto un & # 8220; tunnel e spaccata # 8221; opzione di esclusione OpenVPN. I PIA Killswitch & associati iptables firewall è progettato per proteggere l’utente durante l’utilizzo di Internet. Quando il kill switch è configurato per bloccare tutto il traffico di rete in entrata e in uscita, le applicazioni privilegiati possono continuare a inviare e ricevere il traffico di rete, se net.ipv4.ip_forward è stata attivata nei parametri del kernel del sistema. Ad esempio, un contenitore di Docker in esecuzione su un host con il VPN spento, e il kill switch acceso, possono continuare a utilizzare Internet, che perde l’host IP (CWE 200). In PIA 2.4.0+, routing basato su policy è attivato per impostazione predefinita e viene utilizzato per indirizzare automaticamente tutti i pacchetti inoltrati all’interfaccia VPN.


https://github.com/sickcodes
https://github.com/sickcodes/security/blob/master/advisories/SICK-2020-001.md
https://sick.codes/cve-2020-15590/
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-15590


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi