Vulnerabilità: CVE-2020-15892

Un problema è stato scoperto nel apply.cgi su D-Link DAP-1520 dispositivi prima 1.10b04Beta02. Ogni volta che un utente esegue un’azione login dall’interfaccia web, i valori di richiesta vengono inoltrati al binario ssi. Nella pagina di accesso, l’interfaccia web restringe il campo di immissione password per una lunghezza fissa di 15 caratteri. Il problema è che la convalida viene fatto sul lato client, quindi può essere bypassato. Quando un attaccante riesce ad intercettare la richiesta di accesso (POST based) e manomette il parametro vulnerabili (log_pass), ad una lunghezza più grande, la richiesta sarà trasmessa al server web. Questo si traduce in un buffer overflow basato su stack. Alcune altre variabili POST, (cedute nell’ambito della richiesta di accesso) sono vulnerabili: html_response_page e LOG_USER.


https://research.loginsoft.com/bugs/classic-stack-based-buffer-overflow-in-dlink-firmware-dap-1520/
https://supportannouncement.us.dlink.com/announcement/publication.aspx?name=SAP10169
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-15892


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi