Vulnerabilità: CVE-2020-25662

Un Red Hat solo CVE-2.020-12.352 problema di regressione è stata trovata nel modo implementazione dello stack Bluetooth del kernel di Linux ha gestito l’inizializzazione della memoria dello stack durante la manipolazione di alcuni pacchetti AMP. Questo difetto consente a un utente remoto in un intervallo adiacente a fuoriuscire piccole porzioni di memoria pila sul sistema, inviando pacchetti AMP appositamente predisposti. La minaccia più alta da questa vulnerabilità è quello di riservatezza dei dati.


https://access.redhat.com/security/cve/CVE-2020-12352
https://access.redhat.com/security/cve/CVE-2020-12352
https://access.redhat.com/security/vulnerabilities/BleedingTooth
https://access.redhat.com/security/vulnerabilities/BleedingTooth
https://bugzilla.redhat.com/show_bug.cgi?id=CVE-2020-25662
https://bugzilla.redhat.com/show_bug.cgi?id=CVE-2020-25662
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-25662


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi