Vulnerabilità: CVE-2020-27781

Le credenziali dell’utente possono essere manipolati e rubati da CephFS nativi consumatori di OpenStack Manila, con conseguente potenziale escalation di privilegi. Un utente stack open Manila può richiedere l’accesso a una quota ad un utente cephx arbitraria, compresi gli utenti esistenti. La chiave di accesso viene recuperato tramite i driver dell’interfaccia. Quindi, tutti gli utenti del progetto OpenStack richiesta possono visualizzare la chiave di accesso. In questo modo l’attaccante di indirizzare qualsiasi risorsa che l’utente ha accesso. Questo può essere fatto per anche gli utenti ""admin"", compromettendo l’amministratore Ceph. Questa falla interessa le versioni Ceph prima del 14.2.16, 15.x prima di 15.2.8, e 16.2.0 16.x prima.


https://lists.fedoraproject.org/archives/list/package-announce@lists.fedoraproject.org/message/ZJ7FFROL25FYRL6FMI33VRKOD74LINRP/
https://bugzilla.redhat.com/show_bug.cgi?id=1900109
https://bugzilla.redhat.com/show_bug.cgi?id=1900109
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-27781


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi