Vulnerabilità: CVE-2020-3261

Una vulnerabilità nell’interfaccia di gestione web-based di Cisco Mobility espresso software potrebbe consentire a un non autenticato, attaccante remoto di condurre un attacco cross-site request forgery (CSRF) in un sistema interessato. La vulnerabilità è dovuta alle protezioni CSRF insufficienti per l’interfaccia di gestione basata sul Web su un dispositivo colpito. Un utente malintenzionato potrebbe sfruttare questa vulnerabilità convincendo un utente con una sessione attiva su un dispositivo interessato a seguire un link maligno. Un successo exploit potrebbe consentire all’utente malintenzionato di eseguire azioni arbitrarie, tra cui modificando la configurazione, con il livello di privilegio dell’utente.


https://tools.cisco.com/security/center/content/CiscoSecurityAdvisory/cisco-sa-mob-exp-csrf-b8tFec24
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-3261


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi