Vulnerabilità: CVE-2020-3423

Una vulnerabilità nell’implementazione del interprete Lua che è integrato in Cisco IOS XE Software potrebbe consentire a un autenticato, attaccante locale di eseguire codice arbitrario con privilegi di root sul sottostante sistema operativo Linux (OS) di un dispositivo interessato. La vulnerabilità è dovuto alle restrizioni insufficienti chiamate di funzione Lua nel contesto di script Lua forniti dall’utente. Un utente malintenzionato con credenziali amministrative valide potrebbe sfruttare questa vulnerabilità inviando uno script Lua dannoso. Quando questo file viene elaborato, potrebbe verificarsi un buffer condizione di overflow sfruttabili. Un successo exploit potrebbe consentire l’esecuzione di codice arbitrario con privilegi di root sul sottostante sistema operativo Linux del dispositivo interessato.


https://tools.cisco.com/security/center/content/CiscoSecurityAdvisory/cisco-sa-ios-lua-rce-7VeJX4f
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-3423


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi