Vulnerabilità: CVE-2020-35693

Su alcuni telefoni e tablet Samsung con sistema operativo Android 7.1.1 tramite, è possibile per un dispositivo attaccante controllato Bluetooth Low Energy (BLE) per accoppiare in silenzio con un dispositivo di destinazione vulnerabili, senza alcuna interazione da parte dell’utente, quando Bluetooth del dispositivo di destinazione è attiva, ed è in esecuzione un’applicazione che offre un collegabile pubblicità BLE. Un esempio di tale applicazione potrebbe essere una ricerca di contatti un’applicazione basata su Bluetooth, come ad esempio COVIDSafe app di Australia, Singapore TraceTogether app, o della Francia TousAntiCovid (ex StopCovid). Come parte del processo di accoppiamento, si scambiano due pezzi (tra gli altri) di dati personali: l’indirizzo Identità del adattatore Bluetooth del dispositivo di destinazione, e la sua associata Identità Resolving chiave (IRK). Uno di questi identificatori possono essere utilizzati per eseguire nuova identificazione del dispositivo di destinazione per il monitoraggio a lungo termine. L’elenco dei dispositivi interessati include (ma non è limitato a): Galaxy Note 5, Galaxy S6 Bordo, Galaxy A3, Tab A (2017), J2 Pro (2018), Galaxy Note 4 e Galaxy S5.


https://github.com/alwentiu/contact-tracing-research/blob/main/samsung.pdf
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-35693


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi