Vulnerabilità: CVE-2020-5223

Nelle versioni 1.2.0 PrivateBin prima 1.2.2, 1.3.0 e 1.3.2, prima, un attacco XSS persistente è possibile. In determinate condizioni, un nome del file allegato utente fornito può iniettare codice HTML che porta a una vulnerabilità persistente Cross-site scripting (XSS). La vulnerabilità è stato risolto in PrivateBin v1.3.2 e v1.2.2. Gli amministratori sono invitati a eseguire l’aggiornamento a queste versioni per proteggere gli utenti interessati.


https://github.com/PrivateBin/PrivateBin/security/advisories/GHSA-8j72-p2wm-6738
https://github.com/PrivateBin/PrivateBin/commit/8d0ac336d23cd8c98e71d5f21cdadcae9c8a26e6
https://github.com/PrivateBin/PrivateBin/issues/554
https://privatebin.info/news/v1.3.2-v1.2.2-release.html
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-5223


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi