Vulnerabilità: CVE-2020-6012

ZoneAlarm Anti-ransomware prima versione 1.0.713 file copie del report da una directory con bassi privilegi. Un sofisticato attaccante a tempo in grado di sostituire i file con contenuti dannosi o collegati, come ad esempio lo sfruttamento CVE-2020-0896 su sistemi privi di patch o usando i link simbolici. Questo permette ad un utente senza privilegi per consentire l’acquisizione di privilegi tramite accesso locale.


https://danishcyberdefence.dk/blog/zonealarm-check-point
https://danishcyberdefence.dk/blog/zonealarm-check-point
https://www.zonealarm.com/anti-ransomware/release-history
https://www.zonealarm.com/anti-ransomware/release-history
https://www.zonealarm.com/software/extreme-security/release-history
https://www.zonealarm.com/software/extreme-security/release-history
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-6012


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi