Vulnerabilità: CVE-2020-6100

Una vulnerabilità di corruzione della memoria sfruttabile esiste in AMD atidxx64.dll 26.20.15019.19000 driver grafico. Un pixel shader appositamente predisposto può causare vulnerabilità di corruzione della memoria. Un utente malintenzionato in grado di fornire un file dello shader appositamente predisposto per attivare questa vulnerabilità. Questa vulnerabilità potenzialmente potrebbe essere innescato da macchine guest in esecuzione di virtualizzazione ambienti (ad esempio VMware, QEMU, VirtualBox, ecc.) Al fine di eseguire guest-to-host fuga – come è stato dimostrato in precedenza (TALOS-2018-0533, TALOS-2018- 0568, ecc). Teoricamente questa vulnerabilità potrebbe essere innescato anche da browser web (utilizzando WebGL e webassembly). Questa vulnerabilità è stata innescata da guest Hyper-V utilizzando la funzione RemoteFX che porta alla esecuzione del codice vulnerabile sul host Hyper-V (all’interno del processo rdvgm.exe).


https://talosintelligence.com/vulnerability_reports/TALOS-2020-1040
https://talosintelligence.com/vulnerability_reports/TALOS-2020-1040
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-6100


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi