Vulnerabilità: CVE-2020-8791

L’OKLOK (3.1.1) app compagno mobile per impronte digitali Bluetooth lucchetto FB50 (2.3) consente agli aggressori remoti di presentare le richieste API utilizzando i token autenticato ma non autorizzate, con conseguente problemi IDOR. Un attaccante remoto può utilizzare il proprio gettone per fare richieste API non autorizzate per conto di ID utente arbitrari. ID utente valido e attuale sono banali di indovinare a causa della Convenzione di assegnazione ID utente utilizzato per l’applicazione. Un aggressore remoto potrebbe raccogliere indirizzi e-mail, non salati hash delle password MD5, i nomi di blocco proprietari assegnato, e nomi di impronte digitali proprietari assegnato per qualsiasi intervallo di ID utente arbitrari.


https://github.com/fierceoj/ownklok
https://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2020-8791


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi