La razza canina Northern Inuit


Miei cari amici, benvenuti in questo nuovo articolo. Oggi vi parlerò di una razza bellissima la Northern Inuit. Se qualcuno dovesse notare una certa somiglianza con il metalupo di Game of Thrones non si sbaglierebbe. La produzione di questa famosissima serie tv, ha infatti scelto questa razza, la cui figura è stata opportunamente riadattata con la computer graphics, per interpretare il ruolo dei metalupi.

Contrariamente a ciò che potrebbe essere dedotto dalla valutazione della mera forma estetica, vi è meno lupo all’interno di questa razza di quanto ve ne sia in altre, come per esempio nei cani lupi cecoslovacchi o gli ibridi di lupo. Le sue origini canadesi infatti, sarebbero riconducibili ad una serie di incroci fatti fra gli anni 70 ed 80. Questi coinvolgevano razze come pastore tedesco, siberian husky, samoiedo, alaskan malamute e lupo ibrido.

Il northern inuit è fondamentalmente concepito come cane da slitta che talvolta viene adoperato anche per la guardia. La taglia è medio grande e può arrivare a vivere fino a 15 anni di età. Hanno la tendenza a perdere il pelo e quindi non sono consigliati per quelle persone che hanno problemi di natura allergica. Si consiglia di supervisionare il contatto con i bambini, specie se non del proprio nucleo famigliare. Non è un cane da appartamento e non sarà mai felice rinchiuso in un appartamento.

Questo è una cane che ha un’estrema necessità di rimanere in movimento e quindi lo sconsigliamo a persone anziane, pigre, diversamente abili o che comunque, per necessità di vita, non possano tenerlo in costante movimento. Essendo un cane da slitta, ha un forte senso della gerarchia e del branco. Se socializzato correttamente, non dovrebbe avere particolari difficoltà con gli altri cani. Non si tratta di un cane particolarmente vocale ma nemmeno di un cane silente.

Come molti cani da slitta si trovano molto bene con gli esseri umani dai quali sono abbastanza dipendenti e con i quali sono veramente affettuosi. Non è un cane adatto comunque a seguire gli ordini o ad un addestramento particolarmente variegato. I cani da slitta devono avere la caparbietà necessaria per trascinare nel ghiaccio una slitta, la solidità mentale per evitare distrazioni e riconoscere un numero limitato ma inequivocabile di comandi.

Il padrone del northern inuit dovrebbe essere una persona esperta che sappia intraprendere un percorso di educazione e di addestramento già in tenera età. Qualora questo animale dovesse essere guidato da un individuo senza carattere, potrebbe essere inevitabile che diventi con il tempo un cane ingestibile e viziato.


Il northern inuit non è un cane molto diffuso in Europa e gli allevamenti sparsi per il mondo si comportano in modo abbastanza indipendente, per tale motivo non è possibile avere un’idea del prezzo che viene deciso di volta in volta dai vari allevatori sparsi sul globo ma in modo particolare al nord America. Questo accade perché non sono riconosciuti da alcun club cinofilo a livello nazionale che non sia quello della razza specifica.

Si presenta esteticamente come un cane nordico molto simile al lupo. La coda è folta e ben piantata sulla groppa. Il pelo deve essere doppio, folto e denso. Il colore piò essere nero, grigio, marrone, fulvo e bianco. La taglia è abbastanza grande e variabile, i maschi partono da 51 cm al garrese fino ad arrivare anche agli 81 cm. Le femmine sono leggermente più piccole, partono dai 58 ai 71 cm al garrese. Un maschio adulto normopeso raggiunge i 50kg mentre la femmina 40kg.

Viste le dimensioni e l’aspetto, non c’è da stupirsi che sia stato scelto come metalupo per la famosa serie tv Games of Thrones.

Si tratta di un animale molto ben proporzionato, le zampe sono forti e la groppa è livellata con la base del collo molto forte che sorregge una testa lupina molto ben costruita e solida. Gli occhi possono essere di qualsiasi colore, preferibilmente scuro e si presentano in posizione leggermente obliqua.

Sfortunatamente questa razza è soggetta a malattie statisticamente più ricorrenti quali ad esempio la displasia dell’anca, del gomito, glaucoma e altri problemi agli occhi, epilessia, morbo di Addison, allergie e cancro. E’ quindi di fondamentale importanza avere un’anamnesi completa dei genitori per ridurre la possibilità di malattie ereditarie occulte. Inoltre, in giovane età, è importante evitare di fargli sforzare il sistema muscolo – scheletrico.

Come anche gli esseri umani, si consiglia di richiedere al veterinario una dieta basata su esigenze specifiche ed analisi apposite. Sebbene questo aspetto venga spesso considerato come non importante, è di fondamentale importanza fornire un’adeguato apporto nutrizionale affinché cresca e prosperi in modo sano ed equilibrato. L’alimentazione, preferibilmente secca, dovrà essere somministrata con regolarità ed dovrà senza dubbio essere coerente con l’intensità di attività fisica dell’animale.

Il pelo risulta naturalmente idrorepellente, è sufficiente un bagno ogni quattro mesi purché si spazzoli con strumenti delicati almeno due volte al giorno. Lo strato esterno del pelo risulta abbastanza rustico ma non rigido per resistere alle intemperie. Il sottopelo invece è molto morbido ed assicura una resistenza al freddo notevole.

Se volete rimanere aggiornati non esitate a seguirci su facebook, instagram, twitter, telegram o ad iscrivervi al sito. Mostrateci se avete apprezzato questi contenuti con un mi piace o non mi piace e se avete qualche domanda da fare, anche senza registrazione potrete lasciare un commento in fondo all’articolo.


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi