Chiese barocche Roma

L’architettura barocca ha sempre avuto un fascino molto particolare. Si tratta di quel particolare tipo di espressione artistica del XVII secolo che ha seguito il rinascimento ed il manierismo. Ai tempi non era un termine considerato positivo ma venivano definite barocche quelle espressioni che non erano particolarmente regolari, sobrie ed ordinate. La maggior parte dei neoclassicisti, probabilmente influenzati dal pensiero razionale illuminista, li definiva così dandogli quindi una connotazione negativa.

Lo scopo dell’architettura barocca infatti era quello di stupire lo spettatore con forme molto sinuose e colori molto vivi. Ad ogni modo, in alcuni paesi come la Francia, l’Inghilterra e successivamente anche l’Italia, si osserva l’influenza degli stili antichi e rinascimentali. Il periodo in cui questa tendenza sembra più evidente è stato definito come classicismo barocco. Ci sono comunque attualmente diverse tesi contrastanti riguardo all’origine di questo stile ma non sono comunque argomento di questo articolo.

Ci sono tantissime informazioni online in merito allo stile barocco ma non tutti sanno che (e ve lo dico per esperienza personale) che il barocco è un movimento che nasce proprio a Roma e che per tutta la durata del seicento, ha fatto da protagonista nell’arte di questa meravigliosa città. E’ stata fortemente incentivata dal desiderio dei Papi mecenati di esprimere la volontà di una controriforma luterana e nello specifico, per le chiese doveva seguire i dettami esplicitamente espressi nel concilio di Trento.

Sono passati molti anni da quando in giovane età rimasi stupefatto da questo stile, mi trovavo a Roma e decisi di seguire un tour che mi avrebbe illustrato alcuni esempi di questa espressione artistica sfacciata che tanto amavo. Quando sarà possibile e qualora ne foste siti, vi esorto ad abbandonare per qualche tempo la caverna, villaggio o città per poterne godere anche voi. Il mondo è un luogo meraviglioso ed è un peccato ridurlo solo ed esclusivamente alla propria micro realtà.


I tour delle chiese barocche a Roma

Esistono innumerevoli tour che possono essere acquistati oppure fatti in totale autonomia. Alcuni di questi durano poche ore, altri potrebbero durare anche più di un giorno. Vi consiglio di valutare la possibilità di un tour a pagamento con guide professioniste, dopo tutto, questa è una di quelle cose che non si fa tutti i giorni. A tal proposito, basta farsi un giro sui motori di ricerca per avere la possibilità di prenotarne qualcuno (compatibilmente con la situazione attuale si intende). Quello che io consiglio comunque è il seguente.

Partenza da Piazza Navona che è universalmente riconosciuta come la piazza barocca più bella. La chiesa di Sant’Agnese in Agone, la Chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza, la chiesa di Sant’Andrea al Quirinale, la chiesa di San Carlo alle quattro fontane, il Ponte Sant’Angelo, la chiesa di Santa Maria della Vittoria, la chiesa di San Francesco a Ripa, la Galleria Borghese, la chiesa di San Luigi dei francesi, la basilica di Santa Maria del Popolo, i musei capitolini, la galleria nazionale d’arte antica in palazzo Barberini, la basilica di Sant’Andrea della Valle, la chiesa di Sant’Ignazio, la chiesa di Santa Maria della pace e la basilica di San Giovanni dei fiorentini.

Una riflessione

Questo breve ed incompleto tour ci porta a pensare che lo stile di una chiesa non sia riconducibile solo ed esclusivamente alla data della sua prima realizzazione. Di fatto i palazzi più antichi hanno da sempre subito modifiche e restauri che ci permettono di apprezzare una grande varietà di stili anche in una singola struttura.

Le chiese barocche a Roma

Il tour che vi ho proposto prima non è comunque l’unico che è possibile fare, a chi non conosce Roma ed a chi è avido di informazioni ribadisco il fatto che dovreste affidarvi ad una guida professionista del luogo. Sono numerose le chiese, cappelle e basiliche barocche presenti a Roma e questo non può essere certo un articolo esaustivo. Ad ogni modo vi elenchiamo quelle che, a nostro modesto avviso, sono le più interessanti.


Basilica di San Giovanni battista dei Fiorentini

Basilica di Sant’Andrea della Valle

Basilica di Sant’Andrea delle fratte

Basilica di Sant’Eustachio

Basilica di Santa Maria in Domnica

Chiesa dei Santi Claudio e Andrea dei Borgognoni

Chiesa del Santissimo Nome di Maria al Foro Traiano

Chiesa di San Carlo ai Catinari


Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane

Chiesa di San Luigi dei Francesi

Chiesa di San Nicola da Tolentino

Chiesa di Sant’Agnese in Agone

Chiesa di Sant’Andrea al Quirinale

Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola in Campo Marzio

Chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza

Chiesa di Santa Maria dei Miracoli

Chiesa di Santa Maria di Loreto

Chiesa di Santa Susanna alle Terme di Diocleziano

Chiesa Nuova

Cupola di San Pietro

Basilica di Santa Maria sopra Minerva

Oratorio dei Filippini

Buon viaggio!

La nostra carrellata di chiese barocche a roma finisce qui. Se non ho commesso errori, visitandole potrete apprezzare almeno un elemento di questo stile favoloso. Ricordatevi che nell’articolo ho allegato le mappe di google che vi danno la possibilità di raggiungere il luogo tramite navigatore, guardare le fotografie, le immagini, gli altri luoghi di interesse ed eventuale necessità che ci sono nelle vicinanze. Pianificate bene il viaggio prima di partire.


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi