fbpx

Cloud gaming nvidia geforce now e google stadia se e quando conviene usarli


Arriva un momento della vita di ogni giocatore, specie in questo periodo, nel quale il computer diventa maggiorenne e ci si rende conto che se si vuole continuare a giocare, probabilmente dovrà essere cambiato oppure necessita di un upgrade. Il fatto che io non sia ricco, mi ha portato nella condizione di riflettere in merito a quelle che possono essere le alternative disponibili per spendere il meno possibile. Ho valutato le varie opzioni perché attualmente mi trovo nella spiacevole situazione in cui ho una connessione molto lenta con un computer tutt’altro che moderno. Una situazione tutt’altro che ottimale ma che mi ha dato l’opportunità di valutare bene tutte quelle che possono essere le alternative nel tentativo di spendere il meno possibile.

Acquistare un computer da Gaming non è una spesa da poco, per avere una buona esperienza di gioco, la macchina deve avere determinate caratteristiche, una scheda video di buona generazione, un processore potente, ram e scheda madre con connessioni veloci e senza ombra di dubbio un paio di hard disk capienti e rapidi. Ho calcolato che attualmente se io volessi acquistare un computer da Gaming assemblato che mi consenta di giocare con prestazioni accettabili ai giochi di ultima generazione e che non vada sostituito in tempi brevi, non spenderei meno di 1500 euro. Per me non è una spesa da poco e credo che la maggioranza delle persone nel mondo sia nella stessa situazione.

Credo che sia proprio per questo motivo, unito alla tendenza del software ad essere sempre più sofisticato e pesante, che ho avvertito l’esigenza di considerare anche oltre la possibilità di acquistare un nuovo computer per giocare. Attualmente, l’unica alternativa che sono riuscito a valutare, è rappresentata dal cosiddetto cloud gaming. In gergo la parola indica un sistema che permette di giocare in remoto. L’utente si connette ad un server che è appositamente attrezzato e configurato per far girare il gioco al meglio della grafica e l’utente riceve ed invia uno streaming di dati come se interagisse con una specie di video in streaming. Ci sono tanti servizi di cloud gaming a disposizione ma i più comuni sono nvidia geforce now e google stadia. In cambio di un abbonamento, il giocatore può connettersi a queste piattaforme e giocare “ai giochi che sono disponibili”. Il problema è che per giocare in questo modo, bisogna avere una connessione stabile di almeno 25 megabit al secondo ed anche se a qualcuno può sembrare strano, non tutti possono godere di una connessione in questo modo. Inoltre si registra una certa latenza nei giochi che necessitano di prontezza di riflessi e risposta come gli fps.

Cerchiamo quindi di capire quelle che sono le differenze che mi vengono in mente per fare in modo che abbiate un quadro della situazione generico ed indicativo, che può comunque cambiare nel tempo, che vi possa aiutare a scegliere quella che è la soluzione migliore.

Computer Fisico

  • Economia: Acquistare un computer fisico, vuol dire che si decide di investire una somma ingente per essere completamente autonomi e non soggetti ad abbonamenti.
  • Giocabilità: Un computer fisico offre una risposta da e verso i vari dispositivi di input ed output che le altre due soluzione per il momento non possono offrire. Inoltre questa scelta, fornisce la possibilità di giocare a tutti i giochi per pc, indipendentemente dalla presenza o meno di accordi di compatibilità che attualmente affliggono i servizi di gioco in cloud.
  • Connettività: Esistono ancora un buon numero di giochi in single player che offrono la possibilità di essere giocati offline. Il computer fisico permette di giocare con pochissima banda o in alcuni casi anche senza connettività.
  • Obsolescenza: Presto o tardi chiunque scelga questa soluzione, qualora decida di perpetrare nel tempo questa decisione, sicuramente dovrà acquistare nuovi componenti fisici perché nel frattempo i componenti precedentemente acquistati sono diventati senescenti od obsolescenti.
  • Affidabilità: Qualsiasi componente con il tempo può essere, senza ombra di dubbio, soggetto a rotture. Il computer fisico non è assolutamente immune da questa problematica.

Nvidia geforce now

  • Economia: I prezzi in abbonamento di questa soluzione di gioco in remoto sembra essere pensata per adattarsi nel tempo ad un presunto costo di ammortamento relativo all’acquisto di un buon pc da gioco. Bisogna comunque considerare che, per connettersi al servizio di gaming, è necessario un computer anche se di modeste capacità. Quindi, per fare in modo di avere un’idea più completa, nel calcolo bisogna inserire anche il costo del computer utilizzato. Un’altra cosa da considerare è il costo della connessione ad internet. Un punto a favore è che si può bloccare l’abbonamento quando si vuole e questa può essere una buona cosa nel caso in cui il servizio dovesse subire delle problematiche oppure non si avvertisse più la necessità di giocare. I giochi già acquistati per il pc, se compatibili, potranno essere avviati e giocati.
  • Giocabilità: Questo servizio offre un buon quantitativo di giochi compatibili con cui si può giocare. Attualmente però molte marche famose di gioco hanno deciso di lasciare questa piattaforma per motivi non ben specificati che hanno dato adito a diverse speculazioni. In sostanza, per riassumere, si può dire che, sebbene questa specifica piattaforma attualmente conti un buon numero di titoli di gioco, non li contiene tutti e questa è una cosa da considerare con molta attenzione. Per giocare è necessario scaricare un client e tramite questo è possibile connettersi ad un server che avrà al suo interno determinati giochi. A differenza della versione beta, se su steam ci sono dei giochi non compatibili, questi non verranno avviati.
  • Connettività: La banda larga, che è una condizione necessaria come tutti i sistemi di cloud gaming, ha bisogno di una velocità e stabilità che non è disponibile ovunque. Ad ogni modo, anche disponendo di quest’ultima, si presentano fenomeni di latenza e ritardo nella risposta delle periferiche.
  • Obsolescenza: I servizi di cloud gaming dovrebbero avere sempre e comunque delle macchine molto potenti e sempre aggiornate. Non si può affermare, per mancanza di esperienza data la giovane età di questi servizi, se le capacità di elaborazione riusciranno a tenere il passo con i giochi futuri.
  • Affidabilità: Le possibili rotture lato server non dovrebbero essere percepibili dagli utenti in quanto il sistema dovrebbe essere impostato per garantire il servizio in modo continuativo. Inoltre, si potrebbe verificare l’improbabile ipotesi che in un qualsiasi momento il nostro account venga bloccato oppure che addirittura la società smetta di offrire il servizio di cloud gaming. Non si sottovaluti mai il fatto che come specificato anche prima, per connettersi è necessario un computer che può essere soggetto anche questo a rotture.

Google stadia

  • Economia: Da un punto di vista economico, più o meno, vale lo stesso discorso già fatto per nvidia geforce now che non ripeteremo. L’unica differenza rilevante secondo me sta nel fatto che i giochi a pagamento presenti su google stadia, anche se si sono acquistati già in precedenza, si devono ricomprare e quindi per giocare un determinato titolo, se lo si ha già sul pc, bisogna fare una doppia spesa.Le licenze, per quello che ho capito valgono solo su google stadia e quindi nel caso in cui si decidesse di abbandonare questa piattaforma, fondamentalmente si perderebbero i soldi dell’acquisto.
  • Giocabilità: Attualmente, il servizio di google stadia offre senza ombra di dubbio, un numero minore di titoli rispetto alla soluzione di nvidia ma sta comunque aumentando il numero di giochi. Il sistema di gioco è molto diverso, non è necessario nessun programma client per giocare ma solo un browser. La pr
  • Connettività: Sebbene valga lo stesso discorso fatto per l’nvidia geforce now, ho notato che giocando dal browser, c’è bisogno di una banda leggeremente minore e c’è una risposta leggermente migliore alle periferiche di input.
  • Obsolescenza: Vale lo stesso identico discorso fatto per l’nvidia geforce now.
  • Affidabilità: Anche in questo caso vale lo stesso identico discorso fatto per l’altra soluzione di cloud gaming.

La mia scelta non è certo indicativa perchè comunque io potrei avere ed ho sicuramente necessità diverse dalle vostre. Comunque ho scelto ugualmente di condividerla perchè magari a qualcuno potrebbe interessare. Ho deciso che quando avrò i soldi (perchè adesso non li ho) molto probabilmente comprerò un computer simile a questo. Se cliccate sul link ci potete dare un’occhiata ed al momento in cui sto scrivendo questo articolo è un bel pc da gioco. Inoltre, per ogni acquisto idoneo su amazon che fate tramite i link sul mio sito, essendo io un partner, dovrebbe essermi riconosciuta una commissione. Sono diversi i motivi che mi hanno portato a prendere questa decisione. Il primo motivo è sicuramente il fatto che non ho abbastanza banda internet per giocare in modo apprezzabile e godibile. Il secondo motivo è riconducibile al fatto che ho già diversi giochi acquistati e sarebbe un peccato doverli ricomprare oppure essere limitato nella scelta perchè qualcuno di questi potrebbe risultare incompatibile.

Spero che questo articolo sia stato utile a qualcuno e sentitevi liberi sempre di lasciare un commento, di solito rispondo entro un giorno.


Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!