Gatto Persiano Chincillà


Anche la razza Gatto Persiano Chincillà è una razza felina creata dall’uomo nel diciottesimo secolo. In Gran Bretagna un’allevatrice Sig.ra Vallence incrociò un persiano color fumo con un persiano tigrato grigio, ottenendo un gatto con la pelliccia argentata e le estremità del pelo colorata. Grazie alla principessa Victoria d’Inghilterra, la razza si espande in tutto il paese.

Il primo esemplare ufficialmente riconosciuto di persiano chinchillà  è stato un gattino chiamato Silver Lambkin. Questo primo esemplare è stato imbalsamato ed è ancor oggi esposto al Museo di South Kensington a Londra. Nella mostra felina del Crystal Palace nel 1888 vinse la maggior parte dei premi.  La razza venne chiamata Chincillà perchè il colore del pelo ricordava quello dell’ononimo roditore, anche se le sfumature sono all’opposto e con il quale condivide il pelo setoso.

I primi esemplari di Persiano Chincillà erano pià scuri di quelli attuali e le selezioni per ottenere un manto più chiaro indebolirono molto la specie   nella metà  del novecento, tanto da rischiare l’estinzione durante il periodo della seconda guerra mondiale. Per fortuna sono stati importati alcuni esemplari dall’ America e la razza è stata recuperata e oggi è molto ricercata.  Per gli appassionati infatti il  Chincillà è  considerato il più bello fra tutti i gatti persiani.

Carattere del Gatto Persiano Chincillà

Il Gatto Persiano Chincillà è il classico gatto da salotto. Tendenzialmente pigro al gioco preferisce il riposo, anche se ogni tanto non disdegna di giocare con il padrone con il quale ha un rapporto molto stretto anche se si affeziona anche agli altri membri della famiglia. Ama anche stare un pò da solo, gli piacciono le coccole ma non molto a lungo. E’ molto tranquillo e sembra preferire passare la maggior parte del suo tempo in casa, piuttosto che in giardino. E’ il gatto ideale per le mostre di bellezza,  perchè riesce a rimanere impassibile davanti alla folla e riesce a  mostrare la sua eleganza;  sembra altezzoso e aristocratico ed è molto apprezzato anche per questo.

In casa và d’accordo con tutti, anche con altri animali e coi bambini purchè questi non siano troppo agitati, in alternativa non esitate a proporgli mensole in alto e nascondigli in cui rifugiarsi per avere ulteriore calma. Infatti la calma è la cosa che desidera più di tutte. Non miagola molto, preferisce farsi capire con lo sguardo. Non è assolutamente aggressivo neanche se provocato, preferisce lasciar perdere ed isolarsi in un posto sicuro.

Ogni tanto, anche se raramente apprezza anche momenti di attività, per giocare o rincorrere delle prede. E’ particolarmente permaloso, attenzione quindi a non offenderlo o vi terrà il muso per diverso tempo, o fino a che non ottiene quello che vuole.


Gatto Persiano Chincillà, aspetto

E’ un gatto di taglia medio grande, con  corporatura piuttosto robusta.  Il peso varia dai 4/5 chilogrammi ai 7. Le caratteristiche sono quelle del gatto persiano, però più piccolo, il naso è meno appiattito, la testa più stretta e le orecchie più lunghe le zampe sono abbastanza corte con i piedi   rotondi che presentano ciuffetti di pelo più lunghi tra le dita. La coda è piuttosto corta , ma è ricoperta da un lungo e folto mantello.Gli occhi del Persiano Chincillà sono di un colore verde smeraldo particolarmente vivo. Sono accentuati poi da un contorno nero che aggiunge della profondità alla tinta.

Ma è il mantello la cosa che affascina più in questo gatto, sia per il colore che per la consistenza al tatto. E’ infatti un vero piacere accarezzare un Gatto Persiano Chincillà, in quanto è lungo, setoso e con un folto sottopelo. Il colore è bianco argento per tutta la lunghezza con del nero sulle punte. Sono state riconosciute altre 4 varianti di colore per questo gatto.

Cura e salute del Gatto Persiano Chincillà

E’ purtroppo un gatto dalla salute delicata.  Soffre infatti spesso di disturbi alle orecchie (otiti parassitarie), forte lacrimazione degli occhi e calcoli renali e vescicali.  La particolare morfologia del suo viso gli provoca disturbi nella respirazione sia in inverno che in estate.I Persiani presentano una particolare predisposizione alla cardiomiopatite ipertrofica del gatto, potendo causare ipertensione e altri problemi cardiaci.

Infine questi gatti sono spesso colpiti da una malattia genetica chiamata policistite renale di tipo dominante. Si stima che circa il 40% dei Persiani ne sia affetto. La malattia può essere diagnosticata in genere verso i 10 mesi di età e questo permette di agire prima che si manifesti in modo più violento all’età di 7 anni del gatto.

Il pelo essendo molto lungo necessita di spazzolate giornaliere perchè perde molto pelo e una volta la mese è bene fargli  un bagno.È bene pulire anche occhi, orecchie e naso ogni giorno, poiché le secrezioni possono provocare infezioni.

Ha un’aspettativa di vita dai 12 ai 18 anni.  Essendo un gatto che fà pochissimo movimento è opportuno curare particolarmente l’alimentazione e non è opportuno nutrirli solo con cibo secco.


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Un commento su “Gatto Persiano Chincillà”

Rispondi