Ricette pietanze con il pollo


Il pollo è una delle carni più adoperate in cucina. Le sue carni sono ricche di proteine e hanno pochi grassi, sono indicate quindi anche nelle diete ipocaloriche. I modi per cucinare il pollo sono veramente tanti e si adattano a tutti i gusti. Iniziamo con la classica ricetta, quella che tutti noi abbiamo cucinato spesso e volentieri, il pollo arrosto.

Ricetta classica del pollo arrosto

E’ una preparazione molto semplice e facile e se si osservano alcune semplici regole, il nostro pollo sarà dorato, saporito e cotto uniformemente.

Per prima cosa non mettere subito in forno il pollo appena tolto dal frigo, ma lasciarlo una mezz’ora a temperatura ambiente, questo per far si che la sua carne cuocia in modo uniforme.

Se riuscite a trovarlo, il pollo ruspante, cioè quello cresciuto e allevato con metodo biologico, è sempre preferibile a quello trovato al supermercato.Il gusto ne guadagnerà sicuramente.

La preparazione del pollo prevede di lasciarlo intero e togliere le interiora e quindi lavarlo bene, ma abbiate l’accortezza di asciugarlo molto bene prima di cucinarlo.

Appena si mette il pollo in forno posizionarlo con il petto in basso e solo dopo una ventina di minuti girare e finire di cuocere.


Altra cosa importante è bagnare il pollo con il suo fondo di cottura almeno 3 o 4 volte. Detto questo passiamo adesso agli ingredienti e alla preparazione del nostro pollo arrosto.

Occorrente

  • Un pollo intero di circa chilogrammo 1
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • 5 o 6 foglie di salvia
  • 2 foglio di alloro
  • origano in polvere quanto basta
  • sale pepe quanto basta
  • olio di oliva quanto basta

Preparazione

Preparare un condimento tritando finemente l’aglio, il rosmarino, la salvia,l’alloro e l’origano. Unire il sale e il pepe e mescolare il tutto.

Pulire, togliere le interiora, la testa e il collo e la parte inferiore delle zampe. Se siete riusciti a trovare un pollo ruspante, troverete piccole parti delle piume ancora attaccate alla pelle, quindi passate il pollo su una fiamma per  bruciare queste parti.

Lavate il pollo sotto acqua corrente fredda e asciugate per bene. Spennellate tutto il pollo con olio di oliva.

Con il trito che avrete preparato massaggiate tutta la pelle del pollo e mettetene un paio di cucchiai all’interno, cercando anche qui di massaggiarlo bene per far assorbire alla carne il condimento.

Metterlo in forno e osservate i suggerimenti che ho dato prima. Il forno deve essere caldo a 180/200 gradi. Farlo cuocere per circa un’ora.

Se si serve subito non occorre fare niente, se dovete aspettare prima di servirlo, metterlo in un foglio di carta di alluminio non sigillato, altrimenti continuerà a cuocere e perderà la sua croccantezza diventando molle.

Come contorno al pollo arrosto si possono adoperare tanti tipi di verdure, il miglior contorno comunque rimangono sempre le patate al forno.

Pollo alla cacciatora

Il pollo alla cacciatora viene cucinato in tutta Italia in diversi modi e con diversi ingredienti, la ricetta originale comunque si dice che sia toscana.E’ un piatto molto gustoso e facile da preparare. Consiglio insieme del pane fatto in casa perchè il sughetto che rimane dalla cottura è buonissimo sul pane e serve per fare la cosiddetta scarpetta.

Occorrente

  • Un pollo di circa 1200/1300 grammi
  • 1 cipolla
  • 1 sedano
  • 1 carota
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • qualche foglia di prezzemolo tritato
  • mezzo bicchiere di vino rosso
  • grammi 500 di pomodori pelati a pezzetti
  • sale e pepe quanto basta
  • olio di oliva quanto basta

Preparazione

Prepariamo per prima cosa il pollo, che và tagliato a pezzetti, lavato e tolto

il grasso in eccesso. Prepariamo anche le verdure, cioè il sedano, la carota e la cipolla, tritati finemente.

In una casseruola piuttosto grande mettere un paio di cucchiai di olio di oliva, non molto perchè la pelle del pollo contiene molto grasso che si scioglierà nella cottura. Unire i pezzi di pollo e far rosolare bene tutte le parti. Ci vorranno circa 10 minuti. A questo punto aggiungete il trito di verdure, l’aglio intero schiacciato e il rosmarino. Regolate il sale e il pepe e fate rosolare ancora 5 minuti.


Unire il vino rosso, alzare la fiamma e fare evaporare completamente. Togliete il rosmarino e l’aglio e mettete i pomodori pelati a pezzetti.

Mescolate per bene, mettete un coperchio e fate cuocere a fuoco lento almeno 30/35 minuti.

A fine cottura, prima di portare in tavola, spolverare il pollo con qualche foglia di prezzemolo tritato.

Come ho già detto esistono molte varianti del pollo alla cacciatora, quasi una ogni regione. Cambiano alcuni ingredienti specialmente le spezie.

Per esempio nel pollo alla cacciatora versione siciliana, si mettono le olive nere, il finocchio selvatico, capperi sott’aceto e peperoncino al posto delle verdure che ho detto prima.

Nella versione romana le acciughe senza lisca. In quella napoletana, le olive nere, il basilico e il peperoncino. Ce ne sono ancora molte altre e tutte gustose e vale la pena di provarle tutte.

Pollo allo zafferano

Una ricetta un pò esotica ma semplice e gustosa. Se lo accompagnate con delle verdure grigliate o del riso diventa un completo piatto unico.

Occorrente

Un pollo di medie dimensioni a pezzetti

  • 1 bustina di zafferano
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • qualche foglia di salvia
  • 1 spicchio di aglio
  • sale, pepe e olio di oliva quanto basta
  • 1 cucchiaio di farina tipo 00

Preparazione

In una casseruola piuttosto grande fate cuocere lo spicchio di aglio schiacciato in un paio di cucchiai di olio di oliva, toglietelo appena sarà dorato e aggiungete i pezzetti di pollo leggermente infarinati e le foglie di salvia.

Quando i pezzetti saranno dorati da tutte le parti aggiungete il vino bianco e fatelo evaporare completamente.

In una tazza di acqua fate sciogliere lo zafferano, e unitelo al pollo dopo averlo salato.

Chiudete con un coperchio e fate cuocere circa 30 minuti. Se a fine cottura la salsa dovesse essere troppo liquida, togliere i pezzetti di pollo e farla addensare con un poco di farina.


Portare in tavola coprendo i pezzetti di pollo con la salsa.

Pollo alla birra

Un secondo piatto di sicuro successo, grazie al sapore delicato e al gusto aromatico che gli dà la marinatura con la birra e le erbe aromatiche.

Per la marinatura consiglio un tempo di circa 2 ore o più.

Occorrente

  • 1 pollo di media grandezza a pezzetti
  • mezzo litro di birra chiara
  • 10/15 grammi di burro
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • qualche foglia di timo fresco
  • farina, sale, pepe e olio di oliva quanto basta

Preparazione

prepariamo adesso la marinatura. In una ciotola piuttosto grande mettete la birra, il timo, il rametto di rosmarino, 1 aglio schiacciato e un pizzico di pepe. (se ne avete a disposizione potete mettere dei granelli di pepe nero). In questo composto mettere i pezzi di pollo, coprire con una pellicola trasparente e mettere in frigorifero per almeno un paio di ore.

Trascorso questo tempo, prendete i pezzi di pollo, (mettendo da parte la marinatura) asciugateli e passateli in un pò di farina.

In una casseruola mettete un paio di cucchiai di olio di oliva e il burro e fate rosolare il pollo girandolo spesso per farlo dorare uniformemente. Togliete la carne e mettetela adesso in una pirofila da forno, regolate il sale e mettete nel recipiente la marinatura che avete tenuto da parte. Mettete il tutto in forno già caldo a 200 gradi per 30/35 minuti. Al termine della cottura servite il pollo con il sugo della marinatura.

Involtini di pollo

Una preparazione facile e veloce, ma molto gustosa.

Si prepara in meno di 30 minuti.e farà felici bambini e adulti.

Occorrente

  • 2 petti di pollo interi
  • 8 fette di prosciutto cotto
  • del formaggio tipo scamorza o caciottina da tagliare a fettine
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 rametto di rosmarino,
  • olio e sale quanto basta

Preparazione

Ricavare quattro fettine da ogni petto di pollo, quindi in totale 8 pezzi.

Battetele con un pestello e mettete sopra ad ognuna una fetta di prosciutto cotto e un paio di fettine di formaggio, finire con qualche ago di rosmarino. Arrotolate ogni fettina e chiudetela con uno stecchino da denti.

Preparate un trito con aglio e rosmarino e fatelo soffriggere in una padella con un poco di olio di oliva. Mettere gli involtino e far cuocere  piano piano aggiungendo il vino bianco un pò per volta chiudendo la padella con un coperchio Ci vorranno circa 10 minuti. Regolate il sale e servite caldi.

Involtini di pollo in umido con piselli

Occorrente

  • 8 fettine di petto di pollo
  • 1 rametto di rosmarino
  • 6 o 7 foglio di salvia
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 30/40 grammi di farina
  • grammi 400 di piselli freschi o surgelati
  • sale, pepe e farina quanto basta
  • olio di oliva quanto basta

Preparazione

Preparate per prima cosa il trito con 1 aglio, rosmarino,salvia, sale e pepe e mettete questo trito sui petti di pollo. Arrotolare i petti di pollo su se stessi e chiudeteli con uno stuzzicadenti o legateli con dello spago da cucina.

Infarinate gli involtini  e fateli dorare uniformemente in un tegame con un paio di cucchiai di olio di oliva.

Unite il vino bianco e fatelo evaporare completamente, aggiungete a questo punto un bicchiere di acqua, regolate il sale e il pepe e chiudete il tegame con un coperchio.

Fate cuocere per circa 20 minuti. Trascorso questo tempo unite i piselli e fate cuocere ancora per altri 20 minuti. Fate attenzione che il sugo di cottura non diventi troppo secco, quindi nel caso unite un pò di acqua.

Una gustosa variante è aggiungere al trito per farcire i petti di pollo una fettina di pancetta affumicata.


E' possibile lasciare un commento come utenti registrati al sito, accedendo tramite social, account wordpress oppure come utenti anonimi. Nel caso in cui si desideri lasciare un commento come utenti anonimi si verrà avvisati via email di un'eventuale risposta solo se si inserisce l'indirizzo email (facoltativo). L'inserimento di qualsiasi dato nei campi dei commenti è totalmente facoltativo. Chiunque decida di inserire un qualsiasi dato accetta il trattamento di questi ultimi per i fini inerenti al servizio ovvero la risposta al commento e le comunicazioni strettamente necessarie.


Rispondi