Gatto Turco Van

Il gatto Turco  Van è originario della regione degli altipiani del lago di Van a sud est della Turchia, ai piedi del monte Ararat. Secondo alcuni studiosi questi gatti sarebbero arrivati dalla Cina al seguito di mercanti che percorrevano la via della seta. Grazie ad alcuni reperti archeologici sembrerebbe che questo gatto fosse già conosciuto dagli antichi romani che conquistarono l’Armenia e che le tribù del luogo avessero dipinti questi gatti sui loro vessilli  di guerra e sulle loro armature.

Questo fa di loro una delle razze più antiche conosciute. Non mancano storie e leggende riguardo a questi felini che in Turchia vengono chiamati anche Gatti di Allah: Si narra infatti che questi due felini imbarcati sull’Arca di Noè, quando le acque iniziarono a ritirarsi si gettarono in mare e nuotarono fino al monte Ararat, quando le acque si furono ritirate scesero dal monte e si unirono agli umani aiutandoli nella caccia dei topi. Il Profeta allora li benedisse e dove li toccò, sulla testa e sulla coda il pelo diventò rossiccio.

In un’altra leggenda Allah vide un gatto tutto bianco nuotare in un laghetto, pensando che stesse affogando, vista la naturale avversione dei felini per questo elemento, si precipitò a salvarlo e lo prese per la testa e per la coda. Le parti che furono toccate dal Profeta da allora  assunsero una colorazione rossiccia.

Carattere del Gatto di Van

Si avverte subito che questo felino ha un carattere un pò particolare rispetto alla media dei gatti. Per prima cosa nella famiglia si sceglie un padrone e dedica a lui e a lui solo tutte le sue attenzioni, diventando quasi la sua ombra. Gli altri componenti della famiglia li tollera solamente. Ama molto giocare, è sempre in movimento alla ricerca di prede o di oggetti con cui  interagire, è particolarmente attivo e vivace, abilissimo nuotatore e pescatore, anche irriducibile cacciatore, dal carattere indomito e molto coraggioso. E’ un gatto che ha bisogni di attenzioni, per giocare e per scaricare la sua particolare energia. Si può dire che più che un gatto da salotto, si possa definire un avventuriero da giardino.

E’ quindi auspicabile che chi prende uno di questi bellissimi felini abbia a disposizione un giardino in sicurezza, da dove non possa uscire, perché essendo molto curioso potrebbe allontanarsi molto e quindi andare incontro a tutta una serie di pericoli. Il massimo sarebbe fornire questo giardino di un laghetto o una piccola piscina, magari con dei pesci dentro (che avrebbero però vita breve), dove il nostro gatto può tuffarsi, cosa che adora fare. Si è notato che avendo a disposizione un piccolo laghetto, ci butta dentro palline, erba o rametti solo per  poi tuffarsi per ripescare la preda. Per quanto riguarda gli altri eventuali animali in famiglia, cani o gatti, li tollera solo se può dominarli.

Anche se molto giocherellone, non è indicato per bambini piccoli in quanto la sua esuberanza può portarlo a giocare in un modo un pò irruento. Può essere un ottimo compagno di vita per le persone che vivono da sole, ma che abbiano tempo e voglia di giocare con lui abbastanza spesso. Non stà fermo in un luogo molto a lungo, non ama stare in  braccio anche se ama molto le coccole e le carezze. E’ un abile saltatore e quindi lo potete trovare sui mobili più alti di casa da cui può dominare tutto quello che gli succede intorno.

In Europa è stato portato nel 1955 da due signore inglesi, che erano in quelle zone per turismo. Affascinate dalla popolazione felina locale, ottennero due esemplari di Turco Van e li portarono in Inghilterra dove i due gatti  ebbero  una progenie che ripeteva i tratti e la colorazione dei genitori, avviando così un programma di allevamento.

Aspetto del gatto Turco Van

Questo bellissimo gattone è di stazza medio grande, il maschio può arrivare a pesare anche 8 -9 chilogrammi. Di figura slanciata ed elegante, ha anche una struttura muscolare di tutto rispetto. Ha un pelo bianco immacolato con macchie rossastre  sulla testa e sulla coda, semi-lungo, impermeabile, soffice e poco aderente al corpo, senza sotto pelo lanoso. La sua lunghezza varia a seconda delle stagioni, infatti nel periodo della muta ne perde in gran quantità. Nel periodo invernale è molto lungo e denso, mentre in estate è più corto e meno folto.

Le zampe di media lunghezza sono piuttosto muscolose e i cuscinetti dei piedi sono adornati da ciuffi di pelo. Il muso è arrotondato, con naso dritto di lunghezza media con leggera depressione all’altezza degli occhi.  Le orecchie sono grandi e ben ricoperte di pelo, larghe alla base, arrotondate e ravvicinate sul capo. Gli occhi sono magnifici, grandi, molto espressivi,  ovali e leggermente obliqui, color ambra, blu e non è raro trovare degli esemplari con occhi impari.

Alimentazione, cure e salute

Il gatto turco Van è un animale molto robusto ed ha un’aspettativa di vita molto lunga, intorno ai 18 anni. Rispetto a molte altre razze gode senz’altro di buona salute, ma è comunque esposto al rischio di sviluppare FIV, FeLV e cardiomiopatia ipertrofica. Normalmente essendo privo di sottopelo ha bisogno solamente di una spazzolata alla settimana; nel periodo della muta è bene spazzolarlo ogni giorno perchè perde una rilevante quantità di pelo, che se ingerito nella pulizia quotidiana può provocare problemi.

Per il resto mangia sia umido che secco, predilige il pesce, ma mangia volentieri anche la carne. Nel periodo della muta è bene addizionare la dieta con integratori specifici. Il vostro veterinario saprà indicarvi quelli più idonei al vostro gatto. Se non può fare tutto il moto che gli necessita, è bene controllare la quantità giornaliera dell’alimentazione perché è un gatto che tende a mangiare di più di quello che gli serve, proprio per il fatto che è iperattivo.

Per visualizzare la lista completa delle razze di gatti clicca qui.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: