fbpx

Ricette con i carciofi, ortaggi ricchi di proprietà benefiche


I carciofi sono degli ortaggi prettamente mediterranei. Hanno molte fibre, pochissime calorie, hanno  un leggero effetto diuretico e sono molto apprezzati in quanto disintossicanti e aiutano ad abbassare il colesterolo.

Queste sono solo alcune delle proprietà benefiche del carciofo, ma qua trattiamo le ricette e quindi passiamo adesso a mettere le ricette più gustose e sfiziose per i carciofi.

Una premessa uguale per tutte le ricette, la pulitura dei carciofi. I carciofi vanno puliti togliendo le foglie esterne più dure e tagliando alla base del carciofo e le punte. Poi normalmente si mettono per circa mezz’ora a bagno in acqua a cui avrete aggiunto il succo di un limone.

Carciofi al burro

Occorrente per i carciofi al burro.

  • 6 carciofi già puliti e tagliati a fette sottili
  • grammi 35 burro
  • parmigiano grattugiato e sale quanto basta
  • un bicchiere di brodo di dado

Preparazione dei carciofi al burro

In una padella piuttosto capiente mettete il burro e quando è sciolto i carciofi a pezzetti (che sono stati circa 30 minuti in acqua e limone). Regolate il sale, aggiungete il brodo e con il coperchio fare cuocere a fuoco lento per 40 minuti circa. Servirli caldi con una spolverata di parmigiano reggiano grattugiato.

Carciofi al forno

Occorrente per il carciofi al forno

  • 8 carciofi
  • il succo di mezzo limone
  • un cucchiaio di prezzemolo tritato
  • uno spicchio di aglio
  • 4 foglie di menta tritate
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • olio di oliva, sale e pepe quanto basta

Preparazione dei carciofi al forno

Una volta puliti, tolte le foglie esterne e tagliati alla base e alle punte, lasciare i carciofi interi e a bagno per una mezz’ora in acqua con succo di limone.

Preparare il trito da  mettere dentro ai carciofi mescolando il prezzemolo tritato con l’aglio, le foglie di menta, aggiungere qualche cucchiaio di olio di oliva, sale e pepe e mettere questo composto all’interno di ogni carciofo. Adagiate i carciofi in una teglia con i fondi rivolti verso il basso,  avendo l’accortezza di adoperare una teglia che permetta ai carciofi di stare in piedi abbastanza compressi fra di loro.

Aggiungere olio che ricopre tutta la superficie della teglia, regolare il sale e mettere in forno già caldo a 180 gradi per circa 30 minuti con il coperchio. Dopo 30 minuti aggiungete il vino bianco e cuocete ancora per 30 minuti.

Servire caldi.

Carciofi alla Giudia

Occorrente per i carciofi alla Giudia

  • 8 carciofi (ideali sono i carciofi chiamati mammole romanesche)
  • 2 decilitri di olio di oliva
  • 1 limone
  • sale  e pepe quanto basta

Preparazione dei carciofi alla Giudia

Dopo aver preparato i carciofi come al solito, mettere  un pò di sale e pepe all’interno dei carciofi. Scaldare in una padella con i bordi alti l’olio di oliva e quando è caldo (attenzione che non deve fumare) mettere i carciofi uno accanto all’altro in modo che non cadano e cuocerli per circa 20 minuti girandoli dal sotto in su a metà cottura.

Togliere i carciofi dal fuoco e lasciarli raffreddare. Una volta freddi regolare il sale e il pepe mettere i carciofi capovolti e aprire le foglie come fossero fiori. Far tornare a temperatura l’olio e friggere ancora una volta i carciofi, per un paio di minuti facendo una leggera pressione su ognuno di loro per far aprire meglio le foglie. Togliere i carciofi dall’olio, asciugarli con della carta assorbente e servire ancora caldi.

Carciofi fritti

Occorrente per i carciofi fritti

  • 6 carciofi puliti tagliati e passati nell’acqua e aceto per mezz’ora
  • 2 uova
  • 60 grammi di parmigiano reggiano grattugiato
  • 50 grammi di farina
  • sale e pepe e olio di semi  quanto basta

Preparazione dei carciofi fritti

Dopo aver preparato come sempre i carciofi tagliarli a spicchi, normalmente 8 spicchi per carciofo.

Prepariamo la pastella sbattendo le due uova, aggiungendo il parmigiano reggiano grattugiato, la farina, il sale e il pepe.

Passare ogni spicchio di carciofo nella pastella e friggere in abbondante olio di semi.

Servire caldi dopo aver tolto l’eccesso di olio con della carta assorbente.

Carciofi al gratin

Occorrente per i carciofi al gratin

  • 8 carciofi
  • grammi 40 di fontina tagliata a dadini
  • un cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 1 limone
  • 2 cucchiai di farina
  • un bicchiere di latte
  • una confezione da grammi 250 di panna da cucina
  • grammi 40 di burro
  • noce moscata, pangrattato, sale quanto basta

Preparazione dei carciofi al gratin

Preparare i carciofi al solito modo, puliti, tagliati e immersi in acqua e aceto.


Preparare intanto il ripieno. Far sciogliere in una casseruola il burro, unite i due cucchiai di farina, mescolando bene per evitare grumi, poi unite prima il latte, poi la panna da cucina, una spolverata di noce moscata e regolate il sale. Cuocere a fuoco lento per una decina di minuti poi aggiungere la fontina a dadini e il prezzemolo tritato. Quando la fontina è sciolta con questo composto farcire i carciofi, dopo averli aperti dall’interno verso l’esterno formando una specie di tasca. Disponete i carciofi in una teglia da forno,passando con il burro sul fondo, con i lati alti, adoperando una teglia che permetta ai carciofi di stare attaccati senza cadere.

Spolverizzare i carciofi con il pangrattato e cuocerli in forno già caldo a 200 gradi per circa 30 minuti. Servire caldi.

Carciofi alla greca

Occorrente per i carciofi alla greca

  • 8 carciofi
  • 2 cucchiai di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 uovo
  • grammi 60 di parmigiano reggiano grattugiato
  • 2 cipolle
  • grammi 180 di polpa di agnello
  • brodo vegetale, olio di oliva, pangrattato, sale e pepe quanto basta

Preparazione dei carciofi alla greca

Dopo aver preparato i carciofi cioè puliti, tagliati e immersi per mezz’ora in acqua e aceto, farli cuocere circa 10 minuti in abbondante acqua salata.

Toglierli dall’acqua e metterli da parte.

Preparare intanto il ripieno, facendo dorare le cipolle tritate finemente con qualche cucchiaio di olio di oliva, una volta dorate aggiungere lo spicchio di aglio tritato e il prezzemolo. Aggiungere la carne di agnello tritata e far cuocere il tutto per una decina di minuti. Unire ancora  l’uovo sbattuto, qualche cucchiaio di pangrattato e il formaggio parmigiano reggiano grattugiato, aggiustare sale e pepe.

Con questo composto farcire l’interno dei carciofi.

Mettere i carciofi in una teglia da forno con i bordi alti, avendo l’accortezza di adoperare una teglia che permetta ai carciofi di stare in piedi senza cadere. Spolverare i carciofi di abbondante pangrattato.

Mettere sul fondo della teglia del brodo vegetale circa 20 decilitri i e in forno caldo a 180 gradi per circa 30 minuti.

Servire caldi

Pasta ai carciofi

Occorrente per la pasta ai carciofi

  • 4 carciofi
  • grammi 400 di pasta (spaghetti o penne)
  • 2 spicchi di aglio
  • un cucchiaio di prezzemolo tritato
  • grammi 50 di pecorino romano o parmigiano reggiano
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • sale, pepe olio di oliva quanto basta

Preparazione della pasta ai carciofi

Pulire, togliere le foglie esterne, tagliare la base e la cima dei carciofi e immergere per circa 20 minuti in acqua con succo di limone.

Tolti dall’acqua, asciugati e fatti a fettine sottili.

In una padella con 4 cucchiai di olio di oliva far dorare gli spicchi di aglio (vanno tolti una volta finita la preparazione). Aggiungere i carciofi tagliati a fettine, il prezzemolo tritato e far cuocere il tutto per un paio di minuti. Aggiustare sale e pepe e mettere il vino bianco, facendolo evaporare completamente. Far cuocere con il coperchio per circa 15 minuti.

Intanto far cuocere la pasta in abbondante acqua salata.

Condire con il composto di carciofi la pasta, spolverando con il pecorino romano o il parmigiano reggiano prima di portare in tavola e servire caldo.

Risotto ai carciofi

Occorrente per il risotto ai carciofi

  • grammi 300 di riso per risotti (tipo carnaroli)
  • 4 carciofi
  • grammi 60 di burro
  • mezza cipolla
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • olio, sale, pepe e brodo vegetale  e parmigiano reggiano quanto basta

Preparazione del risotto ai carciofi

Preparare i carciofi, togliere le foglie esterne, il gambo e tagliare la cima del carciofo.

Tagliare i carciofi in 4 parti e immergerli in acqua e limone per una ventina di minuti.

Intanto in una padella con qualche cucchiaio di olio di oliva soffriggere una metà della cipolla tritata finemente. Quando è dorata aggiungere i carciofi, regolare sale e pepe, aggiungere del brodo vegetale e far cuocere circa 15 minuti.

In una padella piuttosto capiente, far sciogliere il burro, la cipolla rimanente tritata finemente e aggiungere il riso per farlo tostare leggermente. Aggiungete il vino bianco e fatelo evaporare completamente. Aggiungete poco per volta il brodo e a metà cottura, dopo circa 10 minuti aggiungere i carciofi tagliati a pezzetti piccoli. Far cuocere il tutto ancora 10 minuti aggiungendo via via del brodo per evitare che il riso si attacchi. Una volta pronto, servire caldo con una spolverata di parmigiano reggiano e una noce di burro.


Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.